TERSID Via Carducci, 221/1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) tersid@tersid.it 02.27001002

Seguici

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

CATEGORIE

LABORATORIO

Laboratorio TERSID Accreditato

Laboratorio TERSID

La Tersid opera da oltre vent’anni nel campo della taratura ed ha allestito un proprio laboratorio che ha ottenuto l’Accreditamento nel 2003.

È possibile visitare il nostro Centro di taratura per visionare le apparecchiature o approfondire i temi riguardanti la certificazione.

CERTIFICATI DI TARATURA ACCREDIA
• Termocoppie
• Termometri a resistenza
• Catene termometriche: indicatori, trasmettitori e Data - Logger con termocoppie e con termoresistenze
• Calibratori (misuratori e simulatori)

 

Laboratorio TERSID

Segnalazioni e reclami

Per qualunque segnalazione o reclamo inviate una mail all’indirizzo taratura@tersid.it
Tutte le contestazioni saranno notificate alla persona competente; entro tre giorni dalla ricezione del reclamo, sarete informati dell’avvenuta ricezione e delle modalità e tempistiche di trattamento. L’individuazione e l’attuazione del trattamento del reclamo avverrà entro tre settimane dalla ricezione dello stesso; l’esito del trattamento vi sarà prontamente comunicato.
Non si accettano reclami e segnalazioni in forma anonima.

Sistemi di taratura

Sistemi di taratura

Tersid offre la possibilità di fornire tutta la strumentazione necessaria per allestire sistemi di taratura adatti alle esigenze di ogni cliente.

Disponibili:

- calibratori portatili di temperatura a secco

- Bagni di taratura ad olio

- Fornetti di taratura per alta temperatura

- Celle d’acqua Jarrett-Isotech

- Bagno di taratura ad allumina fluidizzata

- Fornetti di taratura a corpo nero

- Termometri di Riferimento

- e molto altro ancora

 

PDF

Resistenze per laboratori

Resistenze per laboratori

Resistore standard modello 5685

Contenitore a temperatura controllata modello 5648.

Cassette a decadi serie ZX74-75-76-77-83-84

PDF

Forni tubolari

Forni Tubolari

Particolarmente usati nel campo della ricerca, nei laboratori chimici o dove sia necessario eseguire trattamenti termici in vuoto o atmosfera controllata di piccoli particolari. Questi forni possono avere una o tre zone riscaldate; con quest’ultima configurazione è possibile creare dei gradienti termici all’interno del tubo di lavoro o una zona uniforme più estesa.

I regolatori sono sempre con azione PID, disponibili anche in versione programmabile. La temperatura di lavoro varia, a secondo dei modelli, tra i 1000 ed i 1800°C, i tubi di lavoro tra un diametro interno di 25 m fino a 130 mm. Fino a 1200°C, l’elemento riscaldante è avvolto sul tubo di lavoro, oltre questa temperatura gli elementi riscaldati, in carburo di silicio o Kanthal, sono alloggiati nella struttura del forno.

PDF

Forni a tubo apribili

Forni a tubo apribili

- Agganci per fissaggio a parete.
-Supporto ad “L” per l’utilizzo del forno sia in orizzontale che in verticale.
- Vasta gamma di tubi di lavoro: in Mullite, Pytagoras, Alluminia, Sillimanite, Metallo (AMP).
- Set di parti di ricambio.
- Registratore a carta.
- Tappi isolanti ceramici.
- Schermo anti irraggiamento.
- Flange a tenuta per ottenere il vuoto o un’atmosfera controllata.
- Allarme da sovratemperatura.
- Control box separato dal forno.
- Timer.
- Misuratore di flussi gas.
- Sistema di sicurezza per gas pericolosi.
- Certificato di taratura.

PDF

Forni a camera

Forni a camera

PDF

Stufe e incubatori

Stufe e incubatori

Queste apparecchiature sono tra le più diffuse nel campo della ricerca biologica e chimica. Sono disponibili sia con ventilazione forzata sia
naturale. Le temperature di lavoro degli incubatori va da 0 a 90°C, quella delle stufe da temperatura ambiente fino a 600°C. Il volume delle camere parte da pochi litri per quelle da laboratorio fino a oltre i 2000 nelle versioni industriali.

Sono disponibili sia con ventilazione forzata sia naturale. Le temperature di lavoro degli incubatori va da 0 a 90°C, quella delle stufe da temperatura ambiente fino a 600°C. Il volume delle camere parte da pochi litri per quelle da laboratorio fino a oltre i 2000 nelle versioni industriali.

PDF